icovidivoci

La collana icovidivoci ospita scritti – veri o presunti tali – devianti, perturbanti e irriverenti (talvolta al limite della  spregiudicatezza) di autori classici che, oltre alle loro opere immortali, ci hanno lasciato anche qualche colto divertissement.
Interpretato nel significato più autentico del devertere latino, il divertimento letterario è qui inteso come possibilità di esplorare luoghi appartati, nascosti, spazi segreti di riunione di chi è bandito dalla società.
Tale può essere anche il nascondiglio – o il luogo di riposo – dell’intellettuale, sempre più spesso condannato all’anacoresi.
La collana nasce, così, dalla consapevolezza che il linguaggio, come voce della ragione, dell’immaginario, delle emozioni e della volontà, è l’espressione più alta del sentire umano e si esprime con voci dissenzienti e non sempre unanimi, fragorose e non sommesse, dissonanti e non concordi. icovidivoci si propone, dunque, di ospitare voci fuori dal coro, di contestazione o di dissenso, che non possono e non devono essere zittite, anche quando non sono piacevoli o condivise. Esse sono, infatti, sempre preferibili all’afasia o all’ascolto acritico della melliflua voce del padrone, tipica di ogni totalitarismo di orwelliana memoria.

Direttore della collana
Paolo Bellini – Università degli Studi dell’Insubria

Comitato scientifico
Claudio Bonvecchio – Università degli Studi dell’Insubria
Corin Braga – Universitatea “Babeş-Bolyai” din Cluj-Napoca
Ionel Buşe – Universitatea din Craiova
Anna Caiozzo Roussel – Université “Paris Diderot” Paris 7
Antimo Cesaro – Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”
Pasquale Giustiniani – Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale
Bruno Pinchard – Université “Jean Moulin” Lyon 3
Davide Rossi – Università degli Studi di Trieste
Fabrizio Sciacca – Università degli Studi di Catania
Jean-Jacques Wunenburger – Université “Jean Moulin” Lyon 3

«Prendiamo in mano i nostri libri e le nostre penne. […] Sono le nostre armi più potenti. Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo» (Malala Yousafzai)

Titoli in questa collana

Visualizza il Catalogo completo »